Ciao, sono Sara Petrone...

sono nata a Salerno il 13 giugno 1984, mia madre è di origini cilentane mentre mio padre è originario della valle dell’Irno. Sono la seconda di 9 figli, di cui 7 sorelle, diversissime e ugualissime allo stesso tempo, con un rapporto speciale ed esclusivo.

Formazione e Lavoro

Sono un ingegnere ambientale, libero professionista con ormai oltre 10 anni di esperienza.
Ho studiato all’Università degli Studi di Salerno, dove ho conseguito la laurea di primo livello in Ingegneria civile per l’ambiente e il territorio, con 110 e lode, e la laurea specialistica in Ingegneria per l’ambiente e il territorio – percorso Difesa del suolo, con 110 e lode.
A seguire, ho studiato all’Università “La Sapienza” di Roma, dove ho conseguito il Master di II livello in “Analisi e mitigazione del rischio idrogeologico”, con 110/110.

Durante il mio percorso formativo, ho svolto stage per ricerca tesi presso la Soprintendenza BAPPSAE di Salerno e Avellino e l’Autorità di Bacino del Liri-Garigliano e Volturno/Distretto Idrografico dell’Appennino Meridionale , oltre a un periodo di Erasmus, sempre per ricerca tesi, all’Università Politecnica di Madrid da cui sono derivate diverse pubblicazioni tra le linee guida internazionali sui fenomeni franosi e un periodo di collaborazione nella ricerca post laurea.
Oltre al percorso accademico, sono specializzata come “Building Integrated Models Specialist”, “Health, Safety & Environment (HSE) Manager”, “Energy Manager”, “Coordinatore della sicurezza nei cantieri” e consulente di ufficio. Come esperto ambientale sono membro dell’Associazione Italiana Esperti Ambientali (ASS.I.E.A.) e Associazione Ingegneri per l’Ambiente e il Territorio (AIAT).
Ho operato come ingegnere volontario durante l’emergenza sismica di Agosto 2016 che ha colpito il Centro Italia, ricevendo dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Salerno l’attestato di Encomio.

Il mio impegno per Salerno

Come Consigliere Comunale di Salerno, carica che ricopro dal 2016, sono attualmente responsabile del progetto europeo BluAct (Programma URBACT), referente per la riqualificazione degli Archi del Diavolo tramite l’ArtBonus e rappresentante dell’Ente nel Gruppo di lavoro “Partecipazione civica e beni comuni” di ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani).

Nel Palazzo gira la voce che io “ho troppe idee”, ma vorrei rispondergli che so anche come realizzarle…

Sono Vicepresidente della V Commissione Consiliare permanente “Urbanistica” e della VII Commissione Consiliare permanente “Finanze, Patrimonio, Personale”.
Le tematiche di mio interesse in questi anni sono state principalmente legate a: ambiente, rifiuti, verde pubblico, economia del mare, urbanistica, piste ciclabili, barriere architettoniche, protezione civile, digitalizzazione, partecipazione, cittadinanza attiva.

Le mie passioni

Nella mia vita parallela adesso starei in giro per il mondo ballando e guadagnandomi così quel poco che mi basta per campare. Amo ballare, ho ballato e ballo tante discipline diverse, fino al punto che a 20 anni suonati ho iniziato a studiare danza classica e non ho più smesso. Da qualche anno ho iniziato ad approfondire la cultura ayurvedica e ad applicare i suoi principi salutari. La curiosità per questa tradizione antichissima mi ha spinto nel mio primo viaggio in India, nel mondo dell’ayurveda, mentre in Italia stava scoppiando la pandemia del COVID. In questa tradizione ho trovato la strada per un ritorno in chiave moderna alla Natura, per far pace con essa e recuperare le nostre origini (anche come salernitani!).”