Carta riciclata per l’organico: sperimentazione ok

Un volume di rifiuti piu’ basso, niente cattivi odori, niente liquidi. Sono i punti di forza del progetto della sperimentazione dei sacchi in carta riciclata per la raccolta dell’organico condotta nella zona orientale, al Parco Arbostella di Salerno lo scorso anno dall’Amministrazione comunale, ad opera dell’Assessorato allo Sport e Ambiente in collaborazione con Salerno Pulita SpA.
254 utenze di tre lotti del parco Arbostella di Salerno sono dotati di sacchetti di carta permettendo di fare nel giro di 8 settimane nei mesi di maggio e giutno una sperimentazione sul campo della raccolta dell’organico.
I risultati ottenuti dall’elaborazione dei dati raccolti da Salerno Pulita nel corso della sperimentazione sono stati presentati pubblicamente questa mattina nel corso di una conferenza stampa alla presenza dell”Assessore all’Ambiente e allo Sport del Comune di Salerno, Angelo Caramanno; il Consigliere Comunale Sara Petrone; dei tecnici e i responsabili del marketing per la Società fornitrice dei sacchetti “Sumus”; del Prof. Giovanni De Feo, Docente di Ecologia Industriale al Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Salerno.
Il sacchetto in carta riciclata Sumus è stato studiato e brevettato per contenere il rifiuto umido domestico, elimina i disagi della raccolta casalinga (rotture, odori, liquami), evita l’effetto marcio perchè la carta “respira” favorendo l’attivazione del processo di compostaggio.

(Fonte: Tv Oggi – La Notizia in un click)