Consiglio Comunale (30.09.2019) – Abolizione difensore civico

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

SARA PETRONE: “Buongiorno a tutti, oggi volevo esprimere le mie personali valutazioni in merito al presente punto seguendo quello che è ormai il trend nazionale. Come espresso dalle più recenti versioni degli statuti degli Enti Locali, in essi è abolita la figura del difensore civico affidandone le funzioni a una Commissione di Garanzia istituita nell’ambito delle Commissioni Consiliari permanenti affidata all’opposizione.
A tal proposito il Comune di Salerno ha istituito da tempo tale Commissione, gestita dal presidente Cammarota, la quale vede spesso la partecipazione di associazioni e rappresentanti di categorie al fine di verificare il corretto ed equo andamento dell’Amministrazione fornendo al cittadino la possibilità di dar voce al proprio dissenso o richiesta di tutela.
Gli atti di tale Commissione hanno valore di atti ufficiali a tutti gli effetti e con tutte le derivazioni conseguenti.
Questa linea è stata adottata da Comuni che attualmente più di tutti si distinguono dal punto di vista della partecipazione civica, come ad esempio Reggio Emilia, città oggetto di sperimentazioni da parte dell’Università Luiss sul tema della cittadinanza attiva e della collaborazione. Personalmente ritengo che questo sia il modello a cui Salerno debba tendere e per questo il mio voto è favorevole.